"Mortali Immortali" Rome Exhibition

Filo conduttore della mostra è il Fiume Azzurro, Yangtze, tracciato su una grande installazione dorata dalla forma ispirata a un dragone cinese che invade lo spazio centrale della Grande Aula, accogliendo i visitatori. Un'occasione davvero unica per ammirare 130 reperti e opere antiche, databili dal II millennio a.C. fino al II secolo d.C., che ricostruiscono in uno straordinario viaggio temporale la vita sociale e l'anelito alla spiritualità dell'antico popolo Shu che abitò il sud ovest della Cina. Il progetto espositivo è articolato in due sezioni: la prima, dedicata alla cultura religiosa dello stato di Shu, e la seconda riservata alla vita quotidiana della grande civiltà.

Il percorso della mostra guiderà il visitatore alla scoperta dell’antica civiltà del Sichuan attraverso opere di inestimabile valore accompagnate da ricostruzioni digitali, foto, video e diversi strumenti interattivi utili alla conoscenza del processo di rinvenimento e alla delineazione dello sviluppo temporale di questa antica civiltà cinese. Circondato da statue e vasi rituali, da statuette in terracotta ed enigmatiche maschere di bronzo, il pubblico imparerà a conoscere i tratti distintivi del popolo Shu, andrà alla scoperta della sua genesi e dell’evoluzione degli elementi religiosi e sociali, senza tralasciare la sua naturale predisposizione alla creatività, all’eleganza e alla bellezza riscontrabile negli elementi decorativi in oro, nelle opere in giada o nei reperti unici come il cavallo di Mianyang e il sole di Jinsha.

© 2019 Mograph Studio. Tutti i Diritti Riservati

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon