Nuovo Quartiere Lambrate

La città di Milano, in collaborazione con Ferrovie dello Stato, ha indetto un bando internazionale con finalità la riconversione di 7 scali ferroviari dismessi che cingono il centro città: 7 luoghi che ad oggi si attestano come chiusura netta tra centro e periferia, grandi vuoti urbani che nella configurazione futura assumeranno una nuova funzione di green line (o fiume verde, secondo il progetto di S. Boeri), riconnettendo e riqualificando l’intero tessuto urbano.

Il progetto si concentra sullo scalo di Lambrate, estremo est del sistema urbano e da sempre porta di accesso alla città. Il tessuto è fortemente irregolare, con episodi residenziali frammentati da importanti strutture industriali, molte delle quali oggi in dismissione. Il tracciato ferroviario, su un terrapieno alto circa 9 metri, divide Lambrate da Città Studi, il distretto universitario milanese caratterizzato da un tessuto molto più regolare e di forte impatto. 

Il nuovo quartiere vuole ridare vita ad una parte di città priva di identità formale: un nuovo parco e centro per la comunità, con funzioni culturali adatte alle famiglie, ma anche agli studenti e agli artisti che troveranno alloggi dedicati nelle 4 torri residenziali di progetto. Grazie ad esse, il verde viene portato anche in quota, a servizio diretto delle abitazioni e fungendo anche da mitigatore per il clima, così come il motivo in facciata. Una fascia attrezzata collega le torri, sotto le quali si attestano i principali servizi per le residenze. 

 


 

© 2019 Mograph Studio. Tutti i Diritti Riservati

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon

uso dei cookie