Pompei: save the history!

Pompei è una realtà a ridosso del Vesuvio che deve parte della propria notorietà alla vicina area archeologica. L’antica provincia romana, prima sommersa dai lapilli vulcanici, è adesso esposta alle intemperie ed al continuo abbattersi di acqua piovana che, durante i periodi invernali, mettono a dura prova la rispondenza statica delle murature. Nonostante la comunità europea metta a disposizione delle nostre amministrazioni ingenti fondi da investire in opere di manutenzione, le frane che di continuo si verificano sembrano non conoscere fine. C’è quindi da intervenire in maniera programmatica, provare a salvaguardare quanto di amovibile sussiste sul sito e poi operare alla rimessa in pristino delle antiche strutture. Un museo, a ridosso dell’antico impianto urbano, potrebbe rappresentare il modo migliore per intervenire, l’occasione per offrire alla gente un importante polo di valorizzazione del patrimonio locale e mettere a disposizione del Comune fondi per l’apertura urgente di nuovi cantieri. E’ questa un’occasione di dibattito per dare forma al nuovo museo per Pompei, il MUPP. E’ solo rispettando la memoria che si può salvare la storia!

 

Il concept prende vita dallo studio delle rovine e del sito archeologico. Di particolare interesse sono stare le insulae, spesso sviluppate su vari piani che danno alla sezione un andamento vario e originano, un gioco di effetti cromatici, trasportando il visitatore in una realtà fatta di luci e ombre. Un edificio, il museo, fatto di grandi blocchi a corte attorno ai quali far ruotare la vita dei visitatori. Abbiamo giocato con le coperture ispirandoci proprio al modello dell’insula immaginando spazi in cui forte è la sensazione emozionale e sensoriale.

© 2019 Mograph Studio. Tutti i Diritti Riservati

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon